Colao  ”Del contante non c' è bisogno”

Colao  ”Del contante non c' è bisogno”

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Ci risiamo, a ruota, dopo il ministro dell’economia Gualtieri, arriva il super consulente a guida della task force di Giuseppe Conte, per il rilancio della “Fase 2”. Colao spiega agli italiani che:

"Del contante non c' è bisogno e nemmeno dei pos. Incentivi per chi fa e per chi riceve i pagamenti elettronici"

E beh certo! La crescita del paese è al palo da vent’anni e la colpa di chi potrebbe essere? Non certo di disavanzi regionali da 12,460 miliardi, non di certo gli indispensabili 22.000 forestali, non certo l’aiuto del reddito di cittadinanza, no, certo che no ”Concettualmente del contante non c' è bisogno, e nemmeno dei pos. Ogni smartphone può fare queste operazioni. È chiaro che bisogna creare degli incentivi per chi fa e per chi riceve i pagamenti elettronici. Un po' di nero lo farebbe emergere”. e sì! e a questo punto ci illumina della sua esperienza personale da uomo qualunque, ci fa notare che ”Io non sono per un approccio violento. Però quand' è l'ultima volta che abbiamo avuto il bisogno di avere una banconota da 200 o 500 euro, che non dovrebbero proprio esistere? Io potrei vivere senza ritirare mai al bancomat”. E per forza, vive a Londra l’ultimo vero paradiso fiscale del vecchio continente. L’Italia invece è un pochino diversa, sarebbe interessante vederlo dal macellaio a Cuccumo a pagare non in contanti e nemmeno col pos ma con il suo smartphone di ultima generazione. Probabilmente riceverebbe qualche consiglio su cosa farci di alternativo col suo telefono. Che questo tipo di pagamento sia il futuro non v’è dubbio come altrettanto vero è che eliminare il contante non è la soluzione per eliminare l’evasione.

La stessa cosa l’abbiamo visto con il sistema postale e l’email, con calma lasciando che tutti si adeguino ci si arriva. Sarebbe come stato negli anni 90 dire da oggi chiudiamo le poste e si usano solo le email. Se si vuol forzare viene il sospetto che si voglia far un piacere a qualcuno a chi?

Forse chi su quelle transazioni un pochino ci guadagna? qualche dubbio viene!

Certo è che qui in Svizzera l’uso del contante è ancora molto diffuso e di evasione ce n’è davvero molto poca. Del resto pagare delle tasse eque quand’anche progressive in un paese in cui tutto funziona è naturale, semplice, dovuto e sentito.

Come se non bastasse aggiunge “Poi c'è il tema del rapporto di fiducia e di lealtà tra lo Stato e il cittadino, che è fondamentale. E l'altro della sovra-normazione, che nasce sia dalla mancanza di fiducia e sia da comportamenti che sono sbagliati. Dobbiamo decidere cosa vogliamo fare”

Tradotto Colao vuole far passare il messaggio che la sovra-normazione è motivata da mancanza di fiducia verso gli imprenditori da parte dello stato. Oggi viene a dirlo a una platea di imprenditori che obbligati a fermarsi hanno visto monetizzare la “fiducia” che lo stato da a loro in ben 600 euro al mese dopo che per una vita sono stati legati al palo, e flagellati dal fisco.

Per non parlare poi del suo punto di vista digitale "C'è un grosso tema di opportunità derivante dalla tecnologia, le amministrazioni pubbliche costruite nel dopoguerra sono spesso evolute ma non c'è stato momento di ridisegno complessivo”

E poi la sua fissa “Se fosse un mondo privato uno rifarebbe un grande progetto e ridisegnerebbe tutto, ma non è così. I Paesi piccoli, con meno 10 milioni di abitanti, sono avvantaggiati perchè riescono a fare dei veri salti in avanti in tema di legacy e infrastrutture, che sono più piccole ed è più facile.” cosa altro poteva dire di diverso l’ex amministratore di Vodafone ed ex amministratore delegato di Rcs MediaGroup.

Anche per oggi possiamo stare tranquilli, i conti italiani ritorneranno a posto e l’industria ripartirà a razzo basterà scaricare una app per i pagamenti elettronici, garantisce Colao.

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite. Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

Free Consultation

inserire il nome
inserire l'e-mail Indirizzo e-mail errato
inserire il n° di Telefono
Sito web aziendale
scrivere il messaggio

Search